Come fare per...


Riabilitazione civile
UFFICI INTERESSATI

Tribunale – Sez. Fallimentare - Casellario Giudiziale

INFORMAZIONI GENERALI

Poiché l’istituto della riabilitazione è stato abrogato dal decreto legislativo n. 5/06 unitamente al pubblico registro dei falliti ne deriva che le incapacità personali derivanti dalla dichiarazione di fallimento vengono meno non più, come un tempo, a seguito della cancellazione dell’iscrizione per effetto della sentenza di riabilitazione  ma al momento della chiusura del fallimento e, pertanto, mentre non può più pronunciarsi la riabilitazione, deve ordinarsi la cancellazione del nominativo dell’istante dal pubblico registro dei falliti nonché la cessazione di ogni incapacità civile derivante dalla dichiarazione di fallimento [D.L. 9 Gennaio 2006, n. 5 – Riforma organica della disciplina delle procedure concorsuali a norma dell'articolo 1, comma 5, della L. 14 Maggio 2005, n. 80. (G. U. 16/01/2006, n. 12, S.O. ENTRATA IN VIGORE 16/07/2006)]. La persona interessata può comunque chiedere al Tribunale fallimentare la riabilitazione e la cancellazione dal Casellario Giudiziale.

DOCUMENTAZIONE RICHIESTA

Domanda in carta semplice (domanda) sottoscritta dall’interessato ed indirizzata al Tribunale fallimentare con allegati:

  • copia conforme della sentenza di fallimento:
  • certificato di chiusura del fallimento o copia autenticata decreto chiusura fallimento;
  • certificato generale del casellario giudiziale;
  • certificato dei carichi pendenti della Procura c/o Tribunale;
  • Certificato di pagate spese ex campione fallimentare;
  • Autocertificazione di buona condotta. 

È previsto il pagamento di un contributo unificato di € 85,00 e € 8,00 di diritti di cancelleria.

Servizi per i cittadini