Come fare per...


Atto notorio
UFFICI INTERESSATI

Tribunale – Volontaria Giurisdizione

INFORMAZIONI GENERALI

L’atto di notorietà consiste nella dichiarazione sotto giuramento resa da due testimoni maggiorenni (muniti di documento valido) dinanzi ad un pubblico ufficiale, per certificare stati, qualità personali o fatti (morte, nascita, sussistenza o meno di testamento, ecc.),  di cui si è a conoscenza e che sono pubblicamente noti. I due testimoni non devono essere parenti o affini dell’interessato, risultare estranei all'atto e in possesso dei diritti civili affinché tale conoscenza, rilasciata in forma di dichiarazione e raccolta dall'ufficiale rogante, conferisca al fatto, atto o qualità personale in questione, valore probatorio. In caso di atto notorio ad uso divorzio i testimoni possono essere parenti. 

In alcuni casi la legge consente di rilasciare una dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà, che è un procedimento più semplice e meno costoso. 

Atti notori ad uso successorio

Se trattasi di atto notorio dal quale evincere chi siano gli unici e legittimi eredi, è sufficiente che uno solo degli eredi stessi compaia, munito di documento di riconoscimento valido e accompagnato dai testimoni, davanti al Cancelliere, fornendo fotocopia dei documenti degli altri eredi e l'elenco degli stessi completo di dati anagrafici e grado di parentela con il de cuius.
Nel caso di successione testamentaria è necessario presentare il verbale di pubblicazione del testamento.
Si precisa che gli atti notori possono essere ricevuti dagli uffici giudiziari (senza una particolare competenza territoriale) compresi quello del Giudice di Pace, dal Notaio (su tutto il territorio) e dal Sindaco (o suo incaricato).

Servizi per i cittadini